dalla tfa

arbitrato internazionale promosso dalla T.F.A. - Dal testo dell'ICSID che le banche hanno fatto firmare ai 170 mila investitori emerge che:
a) la revoca del mandato non lo estingue senza giusta causa
(attenzione, perché l'aver cambiato idea sul tipo di azione da
intraprendere non costituisce giusta causa...);

Rispondi
rolieg
Site Admin
Messaggi: 2183
Iscritto il: ven mar 25, 2005 4:18 pm

dalla tfa

Messaggio da rolieg » ven feb 05, 2010 9:15 am

rigelkent


Registrato: 05/06/07 22:00
Messaggi: 114

Inviato: Mar Apr 22, 2008 12:40 am Oggetto: dalla tfa

--------------------------------------------------------------------------------

http://www.tfargentina.it/download/TFA- ... 110408.pdf

Top


rolieg
Site Admin


Registrato: 25/03/05 18:18
Messaggi: 1757
Residenza: TORINO -PIEMONTE - ITALIA
Inviato: Mar Apr 22, 2008 9:57 am Oggetto: Comunicato stampa

--------------------------------------------------------------------------------

Comunicato stampa
Tango bond: Tfa, Icsid ha stabilito calendario lavori
Nicola Stock, Presidente della Tfa: “Ritmi elevati, sono soddisfatto”
Si è tenuta ieri a Washington la prima udienza davanti al tribunale arbitrale Icsid sul contenzioso
internazionale che vede contrapposti circa 195.000 risparmiatori italiani alla Repubblica Argentina.
Il collegio arbitrale dell’Icsid, organismo della Banca Mondiale, composto dallo svizzero Robert
Briner, dall’olandese Albert Jan van den Berg (designato dagli obbligazionisti italiani) e dall’egiziano
Georges Abi-Saab (indicato da Buenos Aires), rigettando una serie di proposte argentine, ha
stabilito un calendario dei lavori dai ritmi sostenuti.
Nicola Stock, Presidente della Tfa (Associazione da sempre impegnata nella difesa dei piccoli
obbligazionisti), ha espresso “soddisfazione per la decisione del Collegio arbitrale di affrontare la
fase jurisdictional in tempi certi e contenuti”.
Tfa ricorda che questa udienza rappresenta l’ultimo di una serie di eventi che, di recente, hanno
portato ad una accelerazione del giudizio promosso dagli obbligazionisti italiani. Lo scorso febbraio
l’Icsid, respinta la ricusazione del Presidente del Collegio arbitrale richiesta da Buenos Aires, ha
formalmente costituito il Tribunale arbitrale. Come noto, il giudizio di fronte all’Icsid coinvolge circa
195.000 investitori italiani titolari di obbligazioni argentine per un valore di circa 4.4 miliardi di
dollari. Il giudizio si concluderà con l’emissione di un lodo arbitrale che, in virtù dei trattati
internazionali in vigore, ha efficacia in 142 Paesi.
Oltre all’arbitrato, la Tfa ha avviato iniziative anche per preservare i diritti contrattuali di coloro che
hanno conferito mandato per il ricorso arbitrale dal rischio di prescrizione secondo le
regolamentazioni nazionali che disciplinano la circolazione di dette obbligazioni.
Gli obbligazionisti italiani sono rappresentati da White & Case LLP (Washington, D.C.), Grimaldi e
Associati (Roma) e Perez Alati, Grondona, Benites, Arntsen & Martinez de Hoz, Jr. (Buenos Aires).
Ogni obbligazionista che revoca il mandato a partecipare al ricorso mette a rischio la
tutela dei propri diritti.Aggiornamenti sulle fasi del ricorso saranno dati attraverso comunicazioni alla stampa e
sul sito della Tfa www.tfargentina.it. Ulteriori richieste di informazioni potranno essere
inoltrate anche a info@tfargentina.it. Le banche informeranno direttamente i propri
clienti.
Roma, 11 aprile 2008
_________________
rolieg

Top


rolieg
Site Admin


Registrato: 25/03/05 18:18
Messaggi: 1757
Residenza: TORINO -PIEMONTE - ITALIA
Inviato: Mar Apr 22, 2008 10:00 am Oggetto:

--------------------------------------------------------------------------------

Ogni obbligazionista che revoca il mandato a partecipare al ricorso mette a rischio la
tutela dei propri diritti.
rolieg

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite