PETIZIONE

Area news
Rispondi
rolieg
Site Admin
Messaggi: 2183
Iscritto il: ven mar 25, 2005 4:18 pm

PETIZIONE

Messaggio da rolieg » mar set 13, 2005 7:26 am

RISPOSTA DELLA CONSOB ALLA PETIZIONE DI A.R.T. del 24/03/2005.
Vedi FORUM - Area pubblica.





Registrato: 25/03/05 17:18
Messaggi: 72
Residenza: TORINO -PIEMONTE - ITALIA
Inviato: Gio Lug 21, 2005 8:31 am Oggetto: CONSOB risposta alla Petizione di A.R.T. del 24-3-2005

--------------------------------------------------------------------------------

[RACCOMANDATA A/R]
DIVISIONE EMITTENTI Ufficio OPA e Assetti Proprietari
CONSOB

(Riferimenti da citare nella corrispondenza)
Protocollo: Dem/ 5035278 Procedimento: 20047245/1
Nella corrispondenza si prega riportare il codice destinatario sotto indicato
Cod. destinatario: 290412

Spett.le A.R.T. Associazione Risparmiatori Tangobond Via S. Caboto, 17
10129 - TORINO


OGGETTO: Richiesta di documentazione concernente i titoli obbligazionari emesse e collocati in Italia presso il pubblico dei risparmiatori da Repubblica Argentina tra il 1997 ed il 2002.
Si fa riferimento alla nota di codesta Associazione, pervenuta in data 30 marzo u.s., con la quale si richiede:

1) la messa a disposizione di "tutti i documenti relativi ai codici ISIN identificanti le obbligazioni argentine collocate ai piccoli risparmiatori dall'anno 1997 e sino all'anno 2002 compreso";

2) di fornire "il prospetto informativo relativo obbligazioni argentine offerte al piccolo risparmio".
alle emissioni/collocamento delle predette
A1 riguardo, si ritiene utile, in via preliminare, effettuare un sintetico riepilogo delle norme vigenti in Italia (in materia di sollecitazione all'investimento e di ammissione a quotazione di strumenti finanziari presso un mercato regolamentato) in base alle quali le obbligazioni emesse da Repubblica Argentina sono state collocate presso il pubblico.
Si indicheranno quindi le modalità con le quali tale collocamento è avvenuto in Italia e si forniranno delucidazioni sulla documentazione allegata.


A - La sollecitazione all'investimento
A.1 - La sollecitazione del pubblico risparmio
Nell'ambito di una operazione di sollecitazione all'investimento, la cui disciplina è contenuta negli artt. 94-101 del D. Lgs. n. 58/1998 (di seguito "Tuf'), i prodotti finanziari emessi vengono offerti direttamente al pubblico degli investititori.
In tale caso una sollecitazione all'investimento può provenire sia direttamente dal soggetto che emette i titoli (ad esempio una società, una banca o, come nella fattispecie in esame, uno Stato Sovrano) sia indirettamente. In tale ultima ipotesi la sollecitazione proviene da un soggetto che propone l'investimento al pubblico ma che è diverso dall'emittente.
In entrambi in casi, per attuare tale sollecitazione (ovvero una offerta di prodotti finanziari diretta al pubblico) i soggetti che propongono l'investimento devono procedere alla redazione di un "prospetto ínformativo" (vedi art. 94 Tuf) dandone preventiva comunicazione alla Consob.

Tale prospetto, destinato alla pubblicazione, deve contenere tutti gli elementi informativi utili in base ai quali l'investitore può formarsi un "fondato giudizio" (cioè addivenire ad una consapevole valutazione) circa l'investimento proposto.
Secondo la legge (si vedano i citati artt. 94-101 Tuf) la Consob, nel corso dell'istruttoria finalizzata alla pubblicazione del prospetto, può richiedere ai soggetti che propongono l'investimento informazioni integrative da inserire nel prospetto e specifiche modalità di pubblicazione dello stesso. Non compete, invece, alla Consob alcun giudizio sull'opportunità dell'investimento proposto né sul merito dei dati e delle notizie allo stesso relativi.
A.2 - Casi di inapplicabilità: art. 100 del D.lgs. n. 58/1998

Esistono dei casi, previsti dalla legge in attuazione della disciplina comunitaria (CEE), in cui la non-nativa sulla sollecitazione all'investimento, indicata nel precedente punto "A.l", non si applica. L'art. 100, comma 1, del Tuf, elenca infatti una serie di casi in cui le operazioni di sollecitazione all'investimento sono rivolte ai soli "investitori professionali" (a mero titolo di esempio: le società di gestione del risparmio, le SICAV, i fondi pensione, le compagnie di assicurazione, gli istituti di credito). In tali operazioni, proprio in quanto rivolte a soggetti professionalmente "qualificati" la legge non prevede la redazione di un prospetto informativo.


A.3 - Il collocamento privato
E' prevista, infine, una terza modalità di sollecitazione definita di "collocamento privato" (c. d. private placement).
In tale ipotesi i soggetti che emettono i titoli da offrire agli investitori non si rivolgono al pubblico dei piccoli risparmiatori bensì direttamente ai soggetti appartenenti alla predetta categoria degli "investitori professionali".
' Si precisa che le norme regolamentari prevedono specifiche modalità di diffusione di detti prospetti: tra l'altro l'originale del prospetto deve essere depositato presso la Consob; altre copie del prospetto devono essere messe a mettere a disposizione di chi ne faccia richiesta, presso l'offerente, l'emittente e gli intermediari incaricati del collocamento.


In questo caso la legge non prevede la pubblicazione un prospetto di sollecitazione (come nel caso descritto nel punto "A.1" che avviene, come detto, quando la sollecitazione è rivolta direttamente al pubblico) bensì la predisposizione, di norma in lingua inglese, di un documento (definito "offering circular") destinato ai soli investitori professionali e redatto secondo la prassi internazionale.

[b]In proposito si deve precisare che, non esistendo divieti posti dalla legge, i titoli collocati attraverso il cd. "collocamento privato" possono, in un momento successivo, entrare in possesso dei piccoli risparmiatori tramite l'attività che gli "investitori professionali" esercitano nei confronti della propria clientela.

In tale ipotesi, la tutela prevista dalla legge nei confronti dei piccoli investitori è contenuta negli obbliphi di comportamento che tali "investitori professionali" devono rispettare nella svolgimento della loro attività (le norme di riferimento sono contenute nell'art. 21 e ss. del Tuf e nel regolamento approvato dalla Consob con propria delibera n. 11522/1998 e successive modificazioni, tale regolamento è consultabile presso il sito internet della Consob
).

2 - La _quotazione di strumenti finanziari
Per quanto riguarda l'ammissione a quotazione di strumenti finanziari in un mercato regolamentato, si precisa che il soggetto emittente è tenuto a pubblicare, prima della data stabilita per l'inizio delle negoziazioni, un "prospetto di quotazione". Tale prospetto deve contenere le informazioni necessarie affinché gli investitori possano pervenire ad un fondato giudizio sulla situazione patrimoniale, economica e finanziaria dell'emittente e sui prodotti finanziari destinati alla quotazione (art. 113, comma 1, del Tuf).

Per quanto riguarda la pubblicazione e la messa a disposizione del pubblico del "prospetto di quotazione" si precisa che, entro il giorno antecedente l'inizio delle negoziazioni, esso viene reso disponibile presso la società di gestione del mercato (Borsa Italiana Spa) e la sede dell'emittente con contestuale trasmissione alla Consob Z.
Ciò precisato, per quanto riguarda le obbligazioni oggetto della richiesta in esame si forniscono le seguenti informazioni.

- La Repubblica Argentina non ha mai presentato alla Consob istanze finalizzate ad effettuare operazioni di sollecitazione all'investimento (quali descritte nel precedente punto "A.1") rivolte direttamente al pubblico ed aventi oggetto obbligazioni dalla stessa emesse: pertanto, in Italia, non è stato pubblicato alcun "prospetto informativo" destinato ai piccoli investitori.

- Alcune delle serie di obbligazioni emesse dalla Repubblica Argentina sono state collocate in Italia mediante la procedura (descritta nel precedente punto "A.3") del cd. "collocamento privato".
Pertanto, all'epoca, in coerenza con la normativa vigente Repubblica Argentina non ha diffuso un "prospetto" ad uso degli investitori ma ha, bensì, proceduto alla redazione di un documento ( "l 'offering circular ") destinato esclusivamente agli "investitori professionali" presso i quali la stessa ha collocato, nel tempo, le proprie obbligazioni.
2 A partire dall'anno 2003 i prospetti di quotazione sono altresì disponibili sul sito internet della Consob.


Si rammenta che, come riferito in via generale nel punto "A.3", le obbligazioni in questione - non essendo tale attività vietata dall'assetto normativo - sono state in seguito proposte dagli "investitori professionali" alla propria clientela.
- N. 15 emissioni obbligazionarie argentine, dopo essere state collocate presso il pubblico secondo le modalità appena descritte, sono state ammesse alla quotazione in Italia con provvedimenti assunti da Borsa Italia Spa (si veda la Tabella sub All. 1). A1 riguardo si precisa che:
- n. 13 dei suddetti prestiti obbligazionari sono stati revocati dalla quotazione in conseguenza dello scadere (nel corso del 2004) dei relativi ultimi termini di pagamento;
- per i restanti n. due prestiti obbligazionari ("9% Bond due 2006 in Euro, durata 1999/2006" "9% Bond due 2009 in Euro, durata 1999/2009"), a seguito della decisione annunciata dal Governo Argentino di non riprendere i pagamenti (che peraltro erano già stati sospesi), Borsa Italiana Spa, con provvedimento n. 3851 del 21 febbraio 2005, ha proceduto alla sospensione a tempo indeterminato dei medesimi.

- Ullteriori elementi informativi concernenti le obbligazioni di che trattasi sono contenute nel documento relativo all'offerta pubblica di scambio recentemente promossa da Repubblica Argentina, ai sensi dell'art. 102 del D. Lgs. n. 58/1998, su propri titoli obbligazionari.

Posto che per conseguire una compiuta informativa circa i titoli in questione - e le vicende ad essi connesse - è opportuno l'esame dell'intero documento di offerta, si segnala che informazioni concernenti le obbligazioni emesse da Repubblica Argentina sono presenti, in particolare, nella "Lista delle obbligazioni esistenti" (pag. ii-xi del documento), nelle sezioni "Premesse e sintesi dell'offerta di scambio" e "Avvertenze" (pag. 13-44), nel paragrafo "B" ("Soggetti partecipanti all'operazione"), nel paragrafo "C" ("Categoria e quantitativi degli strumenti finanziari offerti in scambio e modalità di adesione") e nel paragrafo "E.2" ("Informazioni riguardanti gli strumenti finanziari non quotati offerti in scambio offerti quale corrispettivo dello scambio").

Si rammenta che tale documento è stato pubblicato, ai sensi dell'art. 38, comma 2, del regolamento Consob n. 11971/1999 e successive modificazioni, in data 9 gennaio 2005 sui quotidiani "La Repubblica" ed il "Corriere della Sera" ed è stato contestualmente reso disponibile sul sito internet www.georgesonshareholdcr.cam/argentina nonché sul sito internet della Consob3.

Chiarite brevemente le modalità con le quali i titoli emessi da Repubblica Argentina sono entrati in possesso dei piccoli risparmiatori in Italia, in riscontro a quanto richiesto con la Vostra del 30 marzo 2005, si allega in copia la seguente documentazione:
1) Tabella riepilogativa delle n. 15 emissioni obbligazionarie argentine già quotate in Italia (All. 1);
2) Tabella riassuntiva dei codici ISIN con acclusa apposita nota esplicativa (All. 2);
3 Per completezza si precisa che il documento in questione è stato successivamente integrato dall'Offerente con le "Integrazioni" e le "Nuove integrazioni" pubblicate (ai sensi dell'art. 38, comma 2, del citato Regolamento n. 11971/1999), rispettivamente, in data 20 gennaio e 12 febbraio 2005 sui quotidiani sopra indicati e contestualmente rese disponibili sui menzionati siti internet.

3) Supporto informatico contenente, in formato PDF, i prospetti delle emissioni obbligazionarie argentine quotate in Italia (All. 3) il cui riepilogo è contenuto nella Tabella sopra richiamata (vedi All. 1).
Distinti saluti.

CONSOB-,


All. ti n. 3
DMS: 051320169 mcm

rolieg





Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group[/color]
Ultima modifica di rolieg il mar set 20, 2011 3:55 pm, modificato 6 volte in totale.
rolieg

rolieg
Site Admin
Messaggi: 2183
Iscritto il: ven mar 25, 2005 4:18 pm

Messaggio da rolieg » lun dic 18, 2006 3:03 pm

:oops:
rolieg

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite