Parmalat, Rolich dice nessuno paga

articoli, filmati, news ,ecc sui diversi default.
Rispondi
rolieg
Site Admin
Messaggi: 2183
Iscritto il: ven mar 25, 2005 4:18 pm

Parmalat, Rolich dice nessuno paga

Messaggio da rolieg » lun mar 17, 2008 4:19 pm

4 sabato 15 marzo 2008 CRONACAQUI' MILANO

PROCESSO RINVIATO Tanzi prende tempo: si rischia di finire fra 10 anni
Parmalat, nessuno paga
Ducentomila risparmiatori truffati aspettano giustizia dal 2003

Santo Pirrotta
Un’altra beffa per i risparmiatori.Intanto perché il“processo del secolo”, quello relativo ai risparmiatori truffati dal crac Parmalat (una voragine
di 14 miliardi di euro gran parte della quale sulle
spalle di 200mila piccoliazioni), è iniziato ieri ed è
stato già rinviato al 6 maggio,come se non fossero già passati 4 anni e tre mesi. Ma soprattutto perché Calisto Tanzi, il numero uno di Collecchio,
non pagherà. D’ac -cordo, ha fatto qualche giorno di carcere, poi è finito subito in ospedale per problemi di salute, infine agli arresti domiciliari,
dorati, nella sua bella villa di Parma. Fino alla libertà.
NESSUNA GIUSTIZIA
E Tanzi è tranquillo, tant’è che ieri non si è neppure presentato
alla prima udienza,tanto alla fine la passerà liscia:tra prescrizioni e che incombono e indulto, sicuramente in galera non ci tornerà.
Lui che a colpi di carte taroccate con lo scanner aveva ingannato tutte le autorità di controllo e il mondo della finanza. Ieri i suoi difensori
hanno chiesto ai giudici di riunire a Parma tutti i filoni,chiamando a deporre 33.500 testimoni. Bene, se venisseaccettata la riunificazione, si
rischierebbe di avere una sentenza di primo grado tra 5 o 10
anni. Infatti ieri, fuori dall’Auditorium Paganini di
Parma, non sono mancate le proteste dei risparmiatori truffati. Di quelli che hanno perso i risparmi di una vita, le liquidazioni, l’eredità dei genitori.
Singolare la storia diuna giovane coppia che racconta di un regalo di nozze
collettivo sotto forma di azioni Parmalat andato in fumo.Era il dicembre 2003, parenti e amici avevano fatto un grande sforzo partecipando alla
lista di nozze che prevedeva l’acquisto di azioni. Un investimento
che all’epoca sembrava proprio azzeccato: seimila azioni per un valore nominale di circa diecimila euro. E che invece si è rivelato un flop, una truffa.
IL RISARCIMENTO«I poveri risparmiatori hanno diritto a un risarcimento, con tanto di interessi, più che una restituzione del capitale investito- denuncia Egidio Rolich,presidente dell’A.r.t., Associazione risparmiatori tangobond- anche se in questa brutta storia, oltre alle responsabilità di Tanzi e dei suoi, che certamente non potevano non sapere, c’è quella delle banche. Che non pagheranno mai. Ecco, la Parmalat continuerà ad esistere, e ne sono contento, le banche pure, ma gli unici che non hanno avuto nulla sono proprio i risparmiatori, che hanno investito tutto quello che avevano e che oggi si ritrovano con un pugno di mosche in mano.
E pensare che proprio ieri, gli avvocati difensori di Tanzi hanno avuto persino il coraggio di dire che a molti risparmiatori è stato restituito anche il 30 per cento del capitaleinvestito. Che vergogna!».
E stenta a decollare anche il processo sul crac del gruppo Cirio (un “buco” da 1.125 milioni) che vede tra gli imputati anche l’ex patron della Lazio
Sergio Cragnotti. Era infatti prevista per ieri la prima udienza, ma a causa della mancata notifica del decreto che dispone il giudizio è stata rinviata al 14 maggio. Con i due colossi alimentari Parmalat e Cirio, l’Italia dei
crac finanziari e dei fallimenti bomba arriva dunque nelle
aule dei tribunali per uscire subito. Lo spettacolo è assicurato,
la giustizia un po’ meno.
rolieg

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite