Pagina 1 di 1

Lehman "beffa" i creditori italiani

Inviato: ven set 09, 2011 7:30 am
da rolieg
Lehman "beffa" i creditori italiani

Immagine

La capogruppo americana rimborserà il 12,2% del valore entro il 2014

C'è un'amara sorpresa per i risparmiatori italiani, possessori di crediti su bond emessi da Lehman Brothers, che hanno fatto l'insinuazione al passivo della ex banca d'affari avvalendosi delle registrazioni collettive gestite dalle banche italiane. ...


giovedì 20 ottobre 2011 < back
Lehman «beffa» i creditori italiani

C'è un'amara sorpresa per i risparmiatori italiani, possessori di crediti su bond emessi da Lehman Brothers, che hanno fatto l'insinuazione al passivo della ex banca d'affari avvalendosi delle registrazioni collettive gestite dalle banche italiane. Questi sono la gran parte dei 50 mila risparmiatori italiani che hanno comprato bond Lehman: oggi si scopre che incasseranno di meno e con tempi decisamente più lunghi i rimborsi rispetto a coloro che invece hanno curato individualmente l'insinuazione al passivo. Il pesante "distinguo" è chiarito in un emendamento, approvato in agosto, al piano di ristruttuazione di Lehman Brothers. I titolari di crediti su bond fino a 50 mila dollari emessi dalla società veicolo olandese Lehman Brothers Treasury (Lbt), ma garantiti dalla capogruppo Usa Lehman Brothers Holding (Lbhi), che hanno gestito in proprio l'insinuazione al passivo, vengono riconosciuti in una "convenience classe" di creditori, ai quali è destinato un trattamento agevolato: otterranno un rimborso cash a inizio 2012 pari al 17% del valore nominale del credito, cui si aggiungerà in seguito un conguaglio del 15,6% che verrà pagato da Lbt, l'emittente di gran parte dei titoli emessi in Italia che ancora deve pubblicare il suo piano di ristrutturazione. In tutto questi creditori avranno diritto al 32% del valore del credito. Se il credito è superiore a 50 mila dollari, il rimborso riconosciuto è pari al 12,2% (più il 15,6% che arriverà da Lbt) e sarà pagato non subito ma entro il 2014, a meno che il creditore non opti per un taglio volontario del proprio credito a 50 mila dollari.

Inviato: gio ott 20, 2011 7:24 am
da rolieg
:? :? :? :? :? :? :? :? :?