A.R.T. PENSIERO SULLA NUOVA OPS DELL’ ARGENTINA

Area di discussione generale aperta a tutti coloro che sono rimasti vittime dei default finanziari e desiderano apportare la loro testimonianza e il loro contributo.
Rispondi
rolieg
Site Admin
Messaggi: 2183
Iscritto il: ven mar 25, 2005 4:18 pm

A.R.T. PENSIERO SULLA NUOVA OPS DELL’ ARGENTINA

Messaggio da rolieg » sab mar 13, 2010 9:28 am

A.R.T. PENSIERO SULLA NUOVA OPS DELL’ ARGENTINA

Immagine

Sono diverse la considerazioni che vengono in mente leggendo gli estremi della proposta presentata ai risparmiatori italiani dall’Argentina riguardo alle obbligazioni Tangobond.

Eccone alcune:

1) nel 2005 l’Argentina propone uno swap irripetibile, il primo e l’ultimo tentativo di risarcire i bondholders. Di fatto questa prima OPS non è concepita a nostro parere per soddisfare le esigenze dei risparmiatori italiani ma solo per le banche, per i fondi di investimento che detengono ancora questi titoli e per chi ha ci ha speculato acquistandoli al 5,6,8% del valore, attendendo lo swap per incassarne il 30,33% ed alcuni più fortunati concambiandoli poi coi titoli PAR.
Nel 2010 l’Argentina propone un’altra OPS, anche questa irripetibile ed irrinunciabile perché ultima, esattamente come nel 2005.
Ma allora i 140.000 risparmiatori italiani che hanno aderito alla precedente sono stati in un qualche modo ingannati? Ci sono gli estremi per l’inadempimento contrattuale da parte dell’Argentina? Se si, perché la Consob non li ha rilevati?

2) Il Governo argentino prevede una adesione a questa seconda OPS pari al 60% dei risparmiatori italiani. Consideriamo la cosa curiosa dal momento che tale offerta è peggiorativa rispetto alla precedente del 2005 ed in più, per accettarla, è previsto il pagamento di una commissione dello 0,4% da pagare alla banca. Non è ben chiaro però se tale percentuale debba essere applicata al valore del titolo al momento dell’acquisto oppure al valore facciale del titolo al momento in cui si aderisce allo swap.
L’unico elemento positivo consiste nel fatto che vengano corrisposti gli interessi pregressi.

3) Il ministro dell’economia argentina Boudou in una recente dichiarazione afferma che sia stato un ERRORE consentire l’acquisto di titoli a rischio da parte di piccoli risparmiatori; un ERRORE non aver accettato l’OPS del 2005 né questa ultima.
Non entriamo nel merito della prima affermazione, ma ci permettiamo di puntualizzare che questa stessa frase è riportata nelle Offering Circular, cioè i prospetti informativi che gli istituti di credito avrebbero dovuto mostrare ai clienti al momento della vendita delle obbligazioni Argentina.
Il testo delle O.C. infatti recita che tali operazioni fossero consentite solo nei confronti di “investitori istituzionali in grado di valutare e sostenere rischi speciali”. Per questo motivo infatti le banche lead manager avevano all’epoca sottoscritto l’impegno a non collocare tali titoli al retail.

4) Passiamo ora ad esaminare da vicino l’OPS del 2010.
l’Argentina intende sanare il debito quantificato in 19miliardi di dollari, però pone un tetto: fino a 2miliardi di dollari offre il concambio con titoli PAR 100% (per un ammontare massimo di 50.000 $ cioè 40.000 euro per singola operazione).
I restanti 17miliardi di dollari vengono concambiati con titoli DISCOUNT al 33,7%.
E’ ovvio quindi che non tutti potranno concambiare i titoli coi PAR 100% !!!
E la scelta tra titoli PAR e DISCOUNT non è una scelta perché per i titoli PAR verranno prese in considerazione le domande fino alla disponibilità dei 2 miliardi di dollari e per un valore massimo di 50.000$ (40.000 euro) per ogni singola operazione.
Questi dati ci consentono di giungere ad una triste ma reale considerazione, cioè che circa il 90% dei titoli verrà concambiato con titoli DISCOUNT, e solo un 10% con titoli PAR.


Vediamo ora nello specifico le caratteristiche dei nuovi titoli:

“I TITOLI PAR 100%”
- hanno scadenza nel 2038 (quindi tra 28 anni, 37 anni dal 2001 anno del default);
- vengono rimborsati in rate semestrali a partire dal 30.09.2029 con tassi di interesse pagati alle scadenze:
dal 30.09.2009 al 31.03.2019 al 2,26%
dal 31.03.2019 al 31.03.2029 al 3,38%
dal 31.03.2029 al 31.12.2038 al 4,74%
(con una media del rendimento lordo del 3,46%);

- è riservato inoltre un pagamento cash sui PAR dal 2003 fino al termine dell’offerta (07.06.2010) con un tetto massimo di disponibilità di 160milioni di dollari;
- per ogni dollaro di debito aderente allo swap è emesso un titolo legato al Pil dell’Argentina con scadenza non oltre 2035, che paga un dividendo ogni anno in relazione al Pil dell’Argentina.
Questa compensazione non è applicata dal 2006 al 2009.

“I TITOLI DISCOUNT 33,7%”
Chi “sceglie” i discount riceverà 3 titoli:

1) una obbligazione DISCOUNT con scadenza 31.12.2033 (tra 23 anni, 32 dal 2001)
- il rimborso avviene in 20 rate semestrali;
- il valore facciale del titolo corrisponde al 33,7% dei bond portati in adesione allo swap;
- è corrisposto un interesse annuo del 7,82% lordo fino a scadenza;
- gli interessi maturati dal 31.12.2013 vengono corrisposti in parte in denaro e in parte capitalizzati (???)

2) una obbligazione in dollari GLOBAL 2017 con scadenza 2017
- il rimborso avviene alla scadenza con versamento di una cedola dell’8,75% in dollari;
- vengono corrisposti gli interessi maturati dal 2005;
- per ogni dollaro di debito che aderisce allo swap viene emesso un titolo legato al Pil dell’Argentina, con scadenza 2035 che pagherà un dividendo in relazione al Pil dell’Argentina.

3) un WARRANT.
Come per i PAR non avrà luogo la compensazione per i pagamenti tra il 2006 ed il 2009.


Considerazioni finali

Secondo il nostro parere difficilmente si arriverà a buon fine aderendo alla OPS, dal momento che l’Argentina non sarà nelle condizioni di onorare le promesse fatte.
Sentiamo il dovere di ribadire l’importanza di mettere in mora la banca per bloccare la decorrenza dei termini di prescrizione. Ciò consentirà in un secondo momento di agire nei confronti dell’intermediario finanziario per il recupero del restante capitale.
A questo proposito consigliamo di aderire alla T.S.C. transazione stragiudiziale collettiva, le cui informazioni sono riportate sul sito di A.R.T. www.tangobond.it.
_________________
rolieg
Ultima modifica di rolieg il mer mag 12, 2010 4:04 pm, modificato 2 volte in totale.
rolieg

rolieg
Site Admin
Messaggi: 2183
Iscritto il: ven mar 25, 2005 4:18 pm

Messaggio da rolieg » mar giu 01, 2010 9:27 am

:o :o :o :o :o
rolieg

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti