LANNUTTI sanzionato dalla Consob per Unicredit

Area di discussione generale aperta a tutti coloro che sono rimasti vittime dei default finanziari e desiderano apportare la loro testimonianza e il loro contributo.
Rispondi
rolieg
Site Admin
Messaggi: 2183
Iscritto il: ven mar 25, 2005 4:18 pm

LANNUTTI sanzionato dalla Consob per Unicredit

Messaggio da rolieg » lun dic 14, 2009 4:27 pm

LANNUTTI sanzionato dalla Consob per Unicredit
Martedì, 1 Dicembre 2009.
Immagine

Nella giornata di ieri la Consob ha annunciato sanzioni, e di certo questa non è una novità, visto che stiamo parlando una Commissione di vigilanza. Ma il fatto tanto strano quanto “originale” è che la sanzione è stata elevata a carico di un presidente di una Associazione dei Consumatori.

La Consob multa l'Adusbef, la solidarieta' di Federconsumatori e Codacons
Varie

La Consob ha inflitto una sanzione di 100mila euro all'Adusbef in relazione alle valutazioni espresse nell'ottobre 2007 sul quotidiano ''Finanza & Mercati'' nel quale, in piena situazione di crisi dei mutui subprime, ha detto che la contabilizzazione degli asset a prezzo di mercato di Unicredit era negativa per 4-5 miliardi. ''Si tratta - valutava Elio Lannutti, il presidente dell'associazione dei consumatori - di uno scandalo grosso dieci volte quello di Italease''. Unicredit dal canto suo precisava che l'esposizione era pari a un miliardo di euro al 30 giugno, ma dopo le valutazioni il titolo della banca evidenziava perdite in Borsa. Secondo la Consob le dichiarazioni di Lannutti hanno ''manipolato il mercato dei titoli Unicredit''. Adusbef, invece, impugnera' il provvedimento sanzionatorio alla Corte di Appello e nei prossimi giorni convochera' una conferenza stampa per chiedere le immediate dimissioni di Lamberto Cardia e degli altri dirigenti Consob.
L'Adusbef, pero', non e' sola nella sua battaglia.Federconsumatori le ha espresso vicinanza: ''Ma come si permette la Consob di agire in questo modo, multando una associazione dei consumatori ed un suo presidente che della difesa dei diritti dei cittadini risparmiatori ne fa da sempre una battaglia ideale e che ha anche insegnato a tutti come affrontare i poteri forti del nostro paese con onesta' e chiarezza''.
Ed anche il Codacons e' dalla sua parte: ''La multa e' assolutamente ridicola e infondata''. ''E' grottesco che un organismo che dovrebbe tutelare i cittadini decida di schierarsi apertamente a favore delle banche. A questo punto nasce forte un dubbio: ma la Consob e il suo presidente Lamberto Cardia da che parte stanno?''.

Fonte: Adusbef, Federconsumatori e Codacons

----------------------------------------

Si prende atto del grottesco provvedimento preso nei confronti del Presidente di Adusbef Dott. LANNUTTI.
Certi che l'icrescioso fatto si concludera' con pieno soddisfo da parte del Dott. Lannutti , desideriamo associarci ad Federconsumatori e Codacons nel sostenere in ogni sede con il massimo della vicinanza il presidente di ADUSBEF.

Fto. Egidio Rolich Pres. A.R.T.
rolieg

rolieg
Site Admin
Messaggi: 2183
Iscritto il: ven mar 25, 2005 4:18 pm

SANZIONE CONSOB AL SENATORE ELIO LANNUTTI

Messaggio da rolieg » dom set 26, 2010 5:24 pm



» (PRESIDENTE ADUSBEF): ERA UNA RAPPRESAGLIA ED E' STATA ANNULLATA DALLA CORTE DI APPELLO DI PERUGIA
SANZIONE CONSOB AL SENATORE ELIO LANNUTTI (PRESIDENTE ADUSBEF) SUI DERIVATI AVARIATI UNICREDIT: ERA UNA RAPPRESAGLIA ED E' STATA ANNULLATA DALLA CORTE DI APPELLO DI PERUGIA. ORA IL SIGNOR CARDIA E LA CONSOB SARANNO CHIAMATI A PAGARE I DANNI IN SEDE CIVILE


La multa da 100.000 euro,che la Consob del signor Cardia aveva inflitto ad Elio Lannutti, presidente Adusbef e senatore dell'Italia dei Valori per presunta manipolazione dei mercati, era una rappresaglia su diretto mandato di Unicredit, per questo è stata annullata oggi dalla Corte di Appello di Perugia (presidente dr. Sergio Matteini Chiari) giudice estensore dr. Massimo Zanetti.
Elio Lannutti, difeso dagli avv. Antonio Tanza, Lucio Golino e Marisa Costelli, aveva contestato davanti la Corte di Appello di Perugia,competente per territorio data la sua residenza in Umbria,la manipolazione di mercato, un vero e proprio falso per colpire l'Adusbef ed il suo presidente che negli ultimi 10 anni avevano denunciato i comportamenti fraudolenti dei banchieri sui derivati appioppati a piene mani ad enti locali e piccole e medie imprese,con l'unica finalità di finanziare gli alti profitti,i bonus e le stock option di banche e banchieri.
La Consob, invece di punire i comportamenti fraudolenti dei banchieri che spacciando montagne di derivati avariati commisurati alle stock option hanno determinato il crollo dell'economia, del Pil e dei mercati, la distruzione di milioni di posti di lavoro disseminando povertà e miseria, ricevendo mandato dal signor Profumo di Unicredit (e questo si evince dalle carte processuali) aveva sanzionato uno dei pochi rappresentanti dei risparmiatori che denuncia da anni condotte di vera e propria criminalità economica, per screditarne il prestigio e fiaccarne la credibilità.
Il provvedimento sanzionatorio che aveva comminato la Consob per manipolazione del mercato, oltre a costituire una vera e propria manipolazione, rappresentava un falso, perché nel momento in cui (all'indomani della trasmissione di Milena Gabanelli Report sui derivati dal titolo: IL BANCO VINCE SEMPRE ) - Adusbef aveva denunciato Unicredit a dieci Procure della Repubblica, il valore del titolo Unicredit il giorno 16 ottobre 2007, non aveva registrato una flessione, ma un aumento dello 0,33% passando da 5.43 euro a 5.96.
Nè si poteva assolutamente affermare che ci sarebbe stata manipolazione del mercato per la pubblicazione di poche righe su un giornale minore, per questo Cardia ed altri dirigenti della Consob,assieme ad alcuni dirigenti di Unicredit che avevano inoltrato denuncia,sono stati iscritti sul registro degli indagati nel procedimento penale pendente presso la Procura della Repubblica di Roma,e risponderanno delle loro incaute affermazioni.
Ora il signor Cardia, la Consob ed il signor Profumo di Unicredit,saranno citati in sede civile per un congruo risarcimento dei danni per una evidente lesione dell'immagine di Adusbef e del senatore Lannutti. I mass media che hanno riportato l...


da:http://www.adusbef.it/
rolieg

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti